agricoltura biologicaAzienda Agricola Romano

I salumi

Il successo di cui Angelo va più fiero è aver coinvolto i due figli, Ferruccio e Nicola, entrambi commercialisti, nella gestione dell'azienda di famiglia e nella sa sfida più recente, datata aprile 2008: allevare allo stato semibrado suini neri, una pregiata razza calabrese apprezzata per la sua carne magra, alla base della preparazione di insaccati tipici. I suoi cento maiali pascolano così oggi sulle montagne della Sila, a 1.100 metri sul livello del mare, e nell'entroterra della Sibaritide su un'ampia terrazza naturale che si affaccia sul Mar Jonio.

Dall'aprile 2009 quindi Angelo Romano ha iniziato la trasformazione delle carni suine in salami dai sapori esclusivi, completando la propria piccola filiera produttiva. Ne sono nate tipicità per tutti i palati: si parte dalla 'nduja, un salame spalmabile calabrese ottenuto da lardello ricavato dal sottopancia, dalla carne della spalla e della coscia, e insaporito con peperoncino in polvere e a scaglie; si prosegue con la soppressata bianca e rossa, con la salsiccia dolce e piccante, con capocollo, pancetta, guanciale e lardo.